g.casella@xpolymers.it
Vai ai contenuti

Poliortoesteri

Biopolimeri A-Z > ➢ Bio famiglie
Poliortoesteri

I poliortoesteri sono una famiglia di polimeri sintetici bioerodibili le cui caratteristiche uniche sono state studiate per molti anni. I dispositivi a base di poliortoestere possono essere fabbricati in modo tale che la matrice polimerica venga erosa senza rompersi. Questa proprietà è stata sfruttata per ottenere un sistema di rilascio controllato del farmaco con cinetiche di rilascio di ordine molto vicino allo zero. La ricerca sui poliortoesteri si è concentrata sulla loro sintesi mediante l'aggiunta di polioli agli acetali di dichetene. L'esempio principale è rappresentato dai polimeri a base di 3,9-dietilidene-2,4,8,10-tetraoxaspiro[5.5 undecano (DETOSU), ottenuti aggiungendo il dicetene DETOSU ad un diolo. Questi materiali contengono legami ortoesteri deboli che in un ambiente acquoso si idrolizzano rapidamente a pentaeritritolo dipropionato e diolo. Il pentaeritritolo dipropionato viene ulteriormente idrolizzato in mezzo acquoso a pentaeritritolo e acido propionico. L'idrolisi catalizzata da acido di questi polimeri può essere controllata introducendo additivi sia acidi che basici nella matrice polimerica. Ad esempio, la bioerosione può essere limitata alla superficie utilizzando additivi di base, che agiscono come stabilizzatori della matrice mentre si diffondono fuori dalla regione superficiale. Una caratteristica utile dei sistemi basati su DETOSU è la capacità di controllare le proprietà meccaniche variando la natura della superficie. diolo e la relativa quantità di monomeri. diolo. Inoltre, si possono ottenere materiali reticolati con proprietà diverse modulando il rapporto tra diolo e triolo nella miscela di reazione.
g.casella@xpolymers.it     +39.331.6701887



Torna ai contenuti